Photos and videos from all countries

Photos and videos for #produrre

#errarebikerest: Per essere una vera moto, il vostro ferro deve produrre un sano quantitativo di #ruggine.

errarebikerest

Esiste un tutorial per produrre una roba del genere? #demoralizzazione #capolavoro #michael #jackson #babybemine #tutorial #music

da_dadamo

Cosmoprof 2017 - un piacere scrivere e produrre per voi... #unghiebellezza #morbegno #cosmoprof #redazione #testimonial #unghie&bellezza #3ntini

bcreativelab

La "banda" #triform si sposta in Cina per qualche giorno!! Non per andare a produrre ma, per accordi commerciali con i distributori!! #triform #livefunctional

giacomo_canessa

La "Soal" oltre a produrre un eccellente olio extravergine,spicca ed emerge anche come un marchio di qualità nella coltivazione,selezione e raccolta di agrumi. In particolar modo arance di Sicilia. #arancedisicilia #sicilia #soal #arance #arancetarocco #oranges #sicily #orangesofsicily

oleificiosoal

La mia routine domenicale....sveglia presto,esco a prendere la colazione per me e mia moglie,vado a trovare mia mamma,torno a casa e giro di un ora in campagna con i cani,poi mangio e mi chiudo in studio a produrre....buona domenica.... #lovevinyls #lovesampling #lovechopping #clone #soulfood #spondaovest #vigevanofinest #roomofthedogsstudio

clone_sf

In questi anni Canon ci ha permesso di produrre video a costi accessibili. Oggi il mercato offre anche altre "macchine" sicuramente più interessanti. È un momento magico! #canondsrl #cinemaindipendente #filmmakers #filmmaker #filmmakerslife #film #filmmaking #director #italy #editing #work #cinema #filming #films #love #movie #movies #passion #screenwriter #actors #directors #documentary #drama #hollywood #horror #indiefilm #moviemaking #producer #idcphoto #smallhd

salvoscaduto

BORN IN THIS WAY #nascevaoggi Harry Bertoia scultore e designer di sedie che, dopo essere emigrato negli Stati Uniti dall’Italia, sperimenta la produzione di acciaio saldato e poi stampato in reticolati per creare la sua Wire Chair.“Il desiderio di produrre buon design è paragonabile solo alla voglia di continuare a vivere" #borntoday #harrybertoia #wirechair #design #ventesimosecolo

conversazioni.artistiche

Nato nel 1894 da un’antica famiglia di produttori di sakè, Masataka Taketsuru è considerato il padre del whisky giapponese. Dopo aver compiuto studi chimici, trova lavoro in una ditta di Osaka, la Settsu Shuzo, che coltiva il sogno di produrre un whisky giapponese #nikkawhisky #whisky #miyagikyo #yoichi #singlemalt #puremalt #spirits #distillati #japanwhisky #japan #shop #bernardiwinespirits #grottaglie #taranto

bernardiwinespirits

In pausa pranzo mi risento il beat tape...a me piace....ho selezionato 20 tra circa 150 beats prodotti dal 2013 al 2015....THE BEAT TAPE VOL.1 fuori in download sabato 3 dicembre su soulfood2010.bandcamp.com al costo di 5€....ho messo 5€ come prezzo perchè è il prezzo medio dei dischi usati che io compro per produrre i miei beats perchè io produco campionando da vinile....sample,batterie,basso.....pace #lovevinyls #lovesampling #lovechopping #clone #soulfood #spondaovest #vigevanofinest #roomofthedogsstudio

clone_sf

Il pane sciapo. O sciocco.Il pane toscano è semplice e unico. Ha un aspetto rustico, con una crosta friabile dal tipico color nocciola e una morbida mollica. La lievitazione naturale e la cottura a temperatura non particolarmente elevata sono caratteristiche distintive di questo prodotto, ma ciò che lo rende unico è certamente il fatto di essere sciapo o sciocco, ovvero la mancanza assoluta di sale.Questa tipicità viene fatta risalire al XII secolo durante le lotte tra Firenze e la repubblica marinara di Pisa quando questa interruppe il commercio di sale verso l’entroterra. A causa di questo episodio il sale divenne troppo costoso e ciò spinse i fiorentini a produrre questo tipo di pane. Di questa caratteristica se ne hanno tracce perfino nella Divina Commedia quando Cacciaguida profetizza l’esilio a Dante con queste parole: ‘Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui…’ E’ ottimo tagliato a fette e abbrustolito per preparare squisiti crostoni da gustare con patè di fegatini o pomodorini o semplicemente olio (ovviamente extra vergine di oliva) e sale. Fantastico abbinato ai saporiti salumi locali. Indispensabile nella ribollita, nella panzanella e nella pappa al pomodoro. #pane #panetoscano #panesciapo #panesciocco #toscana #mangiaretoscano #casentino

barbaraincucina

La Cantina della Valle di Accòro è una giovane azienda di Samugheo, comune del Barigadu ma con i vigneti ben inseriti nel territorio del Mandrolisai ( da cui il nome della DOC legata a questo territorio) .L’obiettivo principale dell’azienda è stato il recupero delle antiche tradizioni di vinificazione tramandate di padre in figlio e che con il passare degli anni sono state arricchite da sottili varianti nei metodi di vinificazione che hanno portato l’azienda a produrre dei vini con gusti spiccati e forti, caratterizzati dal territorio in cui sono impiantati i vigneti, la Valle di Accòro, che unisce la Barbagia all’alto Oristanese.Proprio la scelta e il recupero di alcuni vitigni autoctoni legati al territorio è stata determinante per esaltare i profumi e il gusto dei vini prodotti dall’azienda che ora intende farli conoscere a coloro che sono amanti dei gusti pieni, non omologati che difficilmente con le moderne tecniche di vinificazione si riescono a preservare.La produzione di vino in Sardegna è legata ai ritmi naturali dell’uomo, su questo principio l’azienda ha adottato processi di lavorazione e trasformazione che vengono vissuti come uno scambio equilibrato che non altera le caratteristiche organolettiche delle uve e rispettosa del territorio in cui queste vengono raccolte. #Vermentino #valle #di #accoro #doc #cannonau #vida #doc #cheresia #nasco #doc #wine #winelowers #winetasting #winefood #sardynia #italy #samugheo #cswgsardyniawine #

cswgsardyniawine

Campo Grossi Maglioni Il campo. La nascita del paesaggioLaboratorio gratuito aperto al pubblico (su prenotazione) Sabato 4 marzo 2017 ore 16.00-19.00Massimo 20 partecipanti; il #laboratorio è aperto al pubblico di tutte le età ed è gratuito, previa prenotazione a info albumarte.org o telefonando allo +39063243882 (dalle 15.00 alle 19.-00)Parte integrante del progetto di mostra #CampoGrossiMaglioni, il laboratorio organizzato dal duo #GrossiMaglioni per sabato 4 marzo dal titolo Il campo. La nascita del paesaggio, si svolgerà nella Sala Grande di AlbumArte andando a interagire con le opere ideate intorno al progetto de Lo sguardo che offende, elaborato da una riflessione sui dispositivi della visione e sulla possibilità fantascientifica dello sguardo di ‘ferire’ il paesaggio che osserva.All’interno del laboratorio saranno utilizzati i #TargetKit in mostra, una serie di mirini modulari che possono essere montati e assemblati liberamente, per realizzare insieme ai partecipanti del laboratorio diverse forme per produrre nuove possibilità di osservazione e riflessione sul paesaggio.Sarà inoltre possibile effettuare una sessione di #training Lo sguardo che offende – il manuale (a chiunque fosse interessato, consigliamo in questo caso di partecipare al laboratorio con vestiti comodi). A partire dalla disposizione nello spazio di queste nuove nuvole di mirini, si andrà a delineare un nuovo allestimento della mostra che prenderà ulteriore vita e forma attraverso le successive attività in calendario. #campogrossimaglioni #grossimaglioni #albumarte #laboratorio #workshop #viaspettiamo #roma #artecontemporanea #performance

albumarte_roma

#alexneri #whereisblink #whereisblinkfirenze #whereisblinkroma #whereisblinksardegna #ballare #house #planetfunk #alexneri #intervista #love Da un lato dj e dall’altro autore e produttore, Alex Neri è un artista eclettico con una sola grande passione: la musica. WhereIsBlink lo ha intervistato per capire come riesce a conciliare due lavori, diversi seppur affini, e due anime. Gli esordiIn un certo senso sono un figlio d’arte, mio padre era un dj per cui sono cresciuto in mezzo ai dischi e intorno ai dieci anni ho imparato a maneggiarli e a mixare. Dal gioco poi si è passati allo studio, ho seguito per 4 anni i corsi del conservatorio e poi ho iniziato a comporre e produrre i primi album.All’inizio ho dovuto faticare molto per diventare un professionista, in Italia il musicista che faceva il dj o il dj che faceva il produttore non erano visti di buon occhio, bisognava avere una connotazione precisa.Io non ho mai creduto in questa netta distinzione tra il musicista come artista e il dj come tecnico, per questo mi sono rivolto al mercato inglese.L’esperienza all’esteroIn Inghilterra c’era una mentalità più aperta e la stampa svolgeva ancora un ruolo molto importante nella cultura musicale del tempo. I miei primi album, a cavallo tra gli anni “80 e “90, hanno ottenuto delle recensioni positive e ho iniziato a lavorare come professionista. L’UK è stato poi il mio amplificatore e il mio trampolino di lancio dal quale sono arrivato nell’Europa dell’Est, a Ibiza e, quindi, in Italia.LEGGI IL SEGUITO SU: www.whereisblink.com

whereisblink
IRFS.AZ © is created in 2017, our goal is to provide people with information from Instagram API, that includes photos, videos and other media information from Instagram.